BTE 2014: Biodiversità e Turismo Enogastronomico

BTE 2014: Biodiversità e Turismo Enogastronomico

La manifestazione BTE 2014 (www.bte.events) in programma il 9 agosto 2014 ha per obiettivo la protezione delle specie animali e vegetali in via di estinzione e la protezione dei prodotti alimentari tradizionali (PAT).

Nel corso dell’iniziativa si è firmato un protocollo di intesa al fine di proteggere specie in via di estinzione e prodotti tradizionali anche al fine di facilitare l'accesso ai mercati dei piccoli agricoltori attraverso organizzazioni di produttori.

Si vuole aiutare i piccoli produttori a ottimizzare e accorciare la filiera alimentare, migliorando anche aspetti come la commercializzazione, l'etichettatura e il confezionamento dei prodotti. In questo modo saranno garantiti prezzi equi sia per i produttori che per i consumatori.

La diversità genetica delle piante che coltiviamo e che ci alimentano, ed i loro “parenti selvatici”, potrebbero andare perduti per sempre, con grave minaccia per la sicurezza alimentare, se non si fará uno sforzo non solo per conservarli ma anche per utilizzarli.
La perdita di biodiversità avrà un notevole impatto sulla capacità dell’umanità di nutrire i nove miliardi di persone che abiteranno il pianeta per l’anno 2050, con i più poveri ad essere i più colpiti. Il cambiamento climatico e la crescente insicurezza alimentare rappresentano grandi sfide per i sistemi agricoli mondiali, sfide che non possono essere affrontate senza la raccolta, la difesa e l’uso sostenibile delle risorse fitogenetiche.

Con lo sconvolgimento che il cambiamento climatico sta apportando ai cicli produttivi in molte parti del mondo, specialmente nei paesi in via di sviluppo, le informazioni genetiche contenute in certe varietà di colture saranno cruciali per lo sviluppo di nuove varietà resistenti al caldo, alle infestazioni, alla salinità ed alle malattie, a crescita veloce e con alta resa.

L'obiettivo del BTE 2014 è essere al fianco dei piccoli agricoltori per generare interesse e costruire le capacità necessarie per preservare ed utilizzare la biodiversità genetica ancora esistente.

Condividi con: