Il futuro dell'Ippovia Herculea

Il futuro dell'Ippovia Herculea

Anche quest’anno il Consorzio Turistico del Levante è presente alla prestigiosa manifestazione di Verona “Fiera Cavalli”. Sembra l’inizio del “solito” articolo di cronaca che riporta la partecipazione di noi lucani ad una delle tante manifestazioni fieristiche italiane ed estere.
Ma non voglio fare un articolo magnificante della nostra partecipazione a Fiera Cavalli. Al contrario, voglio provare a fare un’analisi critica delle cose che non vanno in Basilicata e di come potremmo provare a cambiarla in senso positivo.

Presidente Zaia a Fiera CavalliHo appena ascoltato Luca Zaia presidente della regione Veneto, leghista, politicamente agli antipodi rispetto alle mie convinzioni politiche. Mi ha impressionato, per chiarezza d’intenti, per il suo essere diretto, per il puntare all’obiettivo con straordinaria competenza. Si parlava di “Ippovie delle Prealpi Trevigiane e Bellunesi”. Bella lezione di pragmatismo delle genti del nord-est.
Ma veniamo a noi, come accennavo siamo presenti per il secondo anno a questa bella manifestazione, con le nostre forze, da antesignani, insieme con l’Associazione Equiturismo Italia, presentiamo una ipotesi di rete delle Ippovie del Mediterraneo insieme con amici dalla Grecia, dal Marocco e dalla Spagna. Dal canto nostro stiamo provando a stare in rete con il progetto Ippovia Herculea che ripercorre l’antica strada consolare romana che da Venosa attraversando l’antica Lucania si ricongiungeva sulla Popilia all’altezza dell’attuale Rotonda.
Il Presidente Zaia ha affermato “i sentieri che realizza la Regione possono essere sostenuti solo dall’associazionismo privato che ha l’obiettivo di realizzare un reddito utilizzando il territorio in maniera sostenibile”.

Quanto vorrei avere un Presidente della mia regione che, entrando nel merito delle questioni, ci aiuti per quello che compete all’ente pubblico, a realizzare progetti d’impresa che rappresentino un reale volano di sviluppo per il nostro territorio.
Rimarrà un sogno o nei prossimi anni la nostra Ippovia Herculea potrà considerarsi una delle più belle e fruibili del Mediterraneo? Dipende da noi ma dipende anche dalla nostra istituzione regione. Noi faremo la nostra parte e forse lo stesso farà il nostro Presidente Pittella, magari presentando assieme a lui la nostra Ippovia Herculea alla prossima edizione di Fiera Cavalli.

Giovanni Samela

Condividi con: